“So right away Salonika”: memorie dalle guerre Balcaniche e dalla 1a Guerra Mondiale


Questo verso di una vecchia canzone dei Dubliners echeggia il tempo degli anni '10 del Novecento quando, conseguentemente all'indebolimento dell'Impero Ottomano, le potenze europee facevano a gara tra di loro per aggiudicarsi i suoi territori. Principalmente Salonicco, seconda capitale dell'Impero e importante porto sulla costa del golfo Termaico divenne la mela della Discordia per tutte le parti. Per difendere i propri interessi ogni parte aveva installato un proprio contingente nei territori intorno alla città: ai Turchi, i Greci e gli Ebrei che tradizionalmente si dividevano la città tra di loro si sono aggiunte nuove nazioni: Inglesi, Indiani, Senegalesi, Francesi, Bulgari, Serbi! Come ha scritto l'ufficiale francese dei tempi Jean-José Frappa wrote “Salonicco era veramente un incrocio di nazioni”! La vita era difficile per i soldati che dovevano combattere dure battaglie mentre affrontavano ogni specie di difficoltà dal clima umido e le zanzare alle diverse malattie e la cattiva alimentazione. I numerosi monumenti e i cimiteri sembrano confermare il verso dei Dubliners “So right away Salonika, right away me soldier boy”!

PACCHETI TURISTICI